Audace Sailing Team
La fibra di lino

La fibra di lino

Il lino è una pianta coltivata per la maggior parte in Russia centrale e settentrionale, Belgio, Olanda, Irlanda, Francia, Egitto e Italia settentrionale.

La fibra

– Per la produzione delle fibre non si usa solo il fusto, ma anche i semi;
– La qualità delle fibre è molto alta: si tratta di fibre molto lunghe, morbide e flessibili;
– Resistenza/qualità migliore del cotone;
– Il mercato della produzione del lino è in leggera crescita.

Una fibra NATURALE: particolarità nell’uso

Fibra molto leggera, ma rigida e molto forte: utilizzata in composito per gli scafi delle imbarcazioni
– Il coefficiente di dilatazione termica è vicino a quello del carbonio, permette associazioni compatibili in strutture ibride con fibre di carbonio;
– Meccanicamente è molto robusta e dura molto, non è una fibra delicata;
– Le proprietà di trazione dipendono dalle condizioni nelle quali è stata coltivata la pianta.

Skiff da regata a confronto

Natura e sinteticità

Fibra di lino

  • Proprietà strutturali paragonabili alla fibra di vetro;
  • Già utilizzata per auto da corsa;
  • Le fibre di lino forniscono rigidità e smorzamento delle vibrazioni;
  • Forte resistenza agli urti e all’abrasione.

Fibra di vetro

  • La più usata su larga scala;
  • Usata pesantemente per la costruzione di imbarcazioni negli ultimi 70 anni;
  • Soggetta a scalfitura in caso di urto;
  • Pericolosa per i lavoratori al momento della lavorazione.

Sostenibilità

  • Meno dannosa per l’ambiente;
  • Non rilascia sostanze tossiche in acqua;
  • Facilmente decostruibile a fine vita e quindi biodegradabile o riciclabile nel pieno delle sue capacità originali;
  • Costo di produzione inferiore nettamente inferiore a quello delle fibre sintetiche.
  • Non riciclabile e non smaltibile;
  • Dannosa per l’ambiente;
  • Rilascia sostanze nocive e di facile dispersione nell’ambiente;
  • Pericolosa per i lavoratori;